In Linz Electric sempre più pezzi realizzati in alluminio pressofuso

Linz Electric crede nell’innovazione come motore dello sviluppo e lo sta dimostrando anche nella scelta dei materiali utilizzati per la gamma dei propri alternatori. Sempre più spesso infatti molte delle parti meccaniche abitualmente prodotte in ghisa vengono progettate e prodotte in alluminio pressofuso, per cogliere la sfida rappresentata da queste leghe in termini di maggiore leggerezza, resistenza meccanica e risparmio nel consumo di materie prime.

Un altro dei vantaggi del passaggio all’alluminio consiste nella finitura: in questi pezzi infatti si riesce a ottenere un grado di precisione che era impensabile raggiungere con le tradizionali fusioni in ghisa. Per Linz Electric inoltre il passaggio all’alluminio pressofuso, che riguarderà un numero crescente di famiglie di prodotto, dalle più piccole fino alle più grandi e potenti, è un importante investimento che riflette la fiducia dell’azienda nella crescita e il riconoscimento dell’innovazione come valore e modello.

Anche dal punto di vista progettuale si tratta di una autentica rivoluzione, perché va in soffitta la realizzazione empirica degli stampi per i pezzi in ghisa, che lascia il posto a calcoli e simulazioni al computer svolti da Procomec, partner di Linz Electric nell’innovazione di progetto. La migrazione verso l’alluminio (che mantiene inalterata la funzionalità e migliora l’estetica) progressivamente si applicherà a tutti gli alternatori fino a dove i limiti dimensionali dei pezzi lo consentiranno, dando un volto nuovo alla gamma di Linz Electric.